Ansia da festività

Presentazione del libro
20/07/2015
Intervista a Ben Fatto RAI Radio 1
20/07/2015

Non sono un momento felice per tutti le festività natalizie . Non lo sono mai state , neanche quando le parole crisi e povertà erano pressocchè sconosciute , per lo meno in Europa e negli USA .

La felicità è una condizione mentale , indipendente dalle condizioni esterne e potenzialmente attivabile solo dalla disposizione comportamentale .

La Nascita legata al Natale non porta gioia in sè , non porta gioia di per sè , nè lo portano lo scambio dei doni o il riunire la famiglia o la cerchia degli amici .

Vedo in realtà molta ipocrisia dietro alle telefonate fatte una volta l’anno o alla celebrazione di qualcosa che ha sempre mano carattere sacrale e sempre più ansia da consumismo  che se una volta era celebrazione della potenzialit+à economica , oggi sembra piuttosto bisogno di mantenere la sicurezza data dalle abitudini .

Staccarsi dal coro ha sempre , però, un valore destabilizzante , stare con i più serve a sentirsi meno soli , in un’epoca in cui la solitudine la fa da padrona .

Vedo solitudine nei messaggi su Facebook , per esempio , dove c’è così tanta voglia di partecipare , di esistere , ma così poca di entrare veramente in contatto con qualcuno , nel vero senso del termine , dove tatto non può avere un significato virtuale e dove amicizia può voler dire soltanto legarsi a qualcuno in modo profondo .

Vedo solitudine nella rappresentazione della Famiglia durante le feste comandate , in cui “bisogna” stare insieme davanti a tavole riccamente imbandite , ma intorno alle quali non c’è nessuno .

Non credo ci sia ingenuità in tutte le persone che si sottopongono al solito copione, le cose che io affermo le sento ripetere in ogni dove .

Credo invece ci sia un gran bisogno d’appartenenza , un bisogno di riconoscimento come persone nella propria individualità , laddove la diversità , che è ricchezza , diventa un pesante fardello di cui doversi disfare perchè ci rende , per l’appunto , “diversi” .

Credo che l’unico modo per vivere serenamente le Festività natalizia , senza soccombere all’ansia e alla depressione che tante persone vivono in questo periodo , sia avere poche aspettative nei confronti degli altri e soprattutto degli affetti più cari . Accettare tutti per quello che sono senza cercare di cambiarli ,non pretendere che qualcuno ci dimostri più amore di quanto non riesca a fare e soprattutto smettere di incolparsi per tutto quello che non arriva è già un ottimo modo di godersi la famiglia e i figli , gli amici e i parenti .

L’aspetto più significativo del Natale è il suo aspetto simbolico : Morire ogni anno per rinascere sotto altre spoglie , rinnovandosi fisicamente e psicologicamente dà senso alla vita e pace alla mente , cercando la via dentro se stessi e ipotizzando che fuori non ci sia niente da cercare , ma da incontrare mentre si cammina .

1 Comment

  1. Avatar Paola52 ha detto:

    buongiorno Paola sono appena rientrata da una pausa natalizia trascorsa a Courmayeur mio paese natale ma che ho per fortuna lasciato da tanti anni.I luoghi da cui provengo sono di leggendaria bellezza naturale, vallate magnifiche, il Monte Bianco ed altre cime altissime… ma il brutto è stato il ritrovare ciò che resta della mia famiglia, sorella, cugini ,zii ecc ecc, tutti quanti protesi unicamente verso i valori materiali che questa parte di mondo produce. Del Natale con i contenuti umani e se vuoi anche spirituali, della festività nessuna traccia!! Denaro, denaro e solo denaro sotto tutte le sue becere forme. Questo modo di vivere la quotidianità basato unicamente su ciò che hai e non su ciò che sei, genera la più totale incomunicabilità e non conoscenza dell’altro, dei suoi dolori delle sue gioie delle sue aspettative e della sua storia. Questa festa che in sé dovrebbe principalmente esprimere vicinanza con la famiglia, porta invece un’occasione per valorizzare i proventi ottenuti,le case acquisite,le ferrari in garage!!! Che tristezza, vorrei togliere questa festività scaduta e banale dal calendario. Speriamo che questo nuovo anno porti in tutti noi dei cambiamenti concreti che tanto migliorerebbero il vivere quotidiano.Paola52

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.